Un nuovo approccio

Il modello “ACT” (Acceptance and Commitment Theraphy) ritiene la sofferenza psicologica normale, importante e che accompagna la vita di ogni persona.

L’ACT si basa su tre principi fondamentali:

 

Mindfulness: è un modo di osservare la propria esperienza che trae origine dalla meditazione orientale.  Attraverso la mindfullness si impara a guardare i propri sentimenti e pensieri dolorosi, comprendendo che ci sono molte altre cose per noi importanti che possono essere fatte nel momento presente  oltre che respingere la propria sofferenza.

Accettazione: è uno dei processi fondamentali dell’ ACT. Si basa sulla nozione che, di norma, provando a cacciare via il proprio dolore si arriva solamente ad amplificarlo. Quando ci si imbatte in un evento doloroso infatti, si tende organizzarlo e risolverlo per sbarazzarsene. In realtà l’esperienza ci insegna che questo meccanismo non solo non serve a liberarci dalla sofferenza, ma la rende l’aspetto centrale della nostra vita. L’accettazione, come viene intesa in questo contesto, aiuta accogliere la propria esperienza.

Azioni impegnate basate sui propri valori: quando si è coinvolti nella lotta contro i problemi psicologici spesso si  pensa che la propria sofferenza debba diminuire, prima di iniziare riprendere in mano la propria vita. L’ACT invita in tal senso a intraprendere subito già all’inizio del percorso azioni impegnate in direzione di quelli che sono i propri valori.